Napoli Comicon 2019 – [Recensione]

La Stanza Del Fumetto arriva al Comicon di Napoli!

Il Napoli Comicon si è svolto dal 25 al 28 aprile 2019 e noi de La Stanza Del Fumetto non potevamo perderci la fiera del fumetto campana. Tanti gli ospiti del panorama editoriale italiano e internazionale, tanti gli stand e gli espositori, dove poter recuperare vecchi numeri, novità e numerosi gadget.

La Fiera

La fiera offriva varie attività ed incontri, come quello con Jerome Flynn, il Bronn di Game of Thrones e con Cristiana Dell’Anna e Arturo Muselli, rispettivamente Patrizia ed Enzo Sangue Blu di Gomorra – La serie.

Aree tematiche dedicate a gamer digitali e una zona avvenuta, dove poter provare attività adrenaliniche come il ponte tibetano sospeso nel vuoto.

Da appassionati di fumetti ci siamo maggiormente concentrati sulle novità su carta e sull’incontro di alcuni autori.

Allo stand Saldapress abbiamo incontrato Charlie Adlard, disegnatore della fortunata serie Skybound di Robert Kirkman “The Walking Dead”. Ci ha autografato la variant cover dello speciale dedicato allo spietato personaggio di Negan.

Numerosi gli incontri allo stand Panini, dove insieme ai creatori del magico Nomen Omen, Marco Bucci e Jacopo Camagni e quelli dello psichedelico Gurt, Oscarito e Isaak Friedl, già incontrati a Lucca e Cartoomics, sono stati allestiti gli incontri con gli autori delle novità presentate in fiera.

Noi abbiamo incontrato Mirka Andolfo, la famosissima e stimata disegnatrice italiana che presenta il nuovo Cronache di Under York, una magica trilogia urban fantasy.

Jacopo Palliaga e Eleonora Bruni, autori di Space Opera, nuova serie fantascientifica della quale abbiamo prontamente recuperato una copia variant da farci disegnare e autografare;

Marco Nucci e Lorenzo Zaghi portano al Comicon “L’Uomo Delle Valigie”, fumetto misterioso dalle tinte noir che abbiamo acquistato nella versione Variant realizzata da Paolo Bacilieri.

Alessandra Patanè, che ci ha autografato il quarto volume della sua cyber serie CTRL-Z.

Allo stand Tunuè abbiamo fatto la conoscenza di Arianna Rea e della regina del Fantasy Licia Troisi, rispettivamente disegnatrice e co-autrice del nuovo volume di Monster Allergy Evolution. Gentilezza e professionalità si uniscono nei magnifici sketch di Arianna Rea, talmente belli da acquistare due volumi delle nuove avventure di Zick ed Elena.

Bao Publishing, tra i numerosi autori, ha portato in fiera Alessandro Baronciani e il cantautore siciliano Colapesce, con il loro “La Distanza”. Una storia di amore e lontananza, di gioventù e maturità. Immancabili anche gli acclamati Zerocalcare e la leggenda Leo Ortolani, con la sua nuova edizione di “Due Figlie e altri animali feroci”.

Tra le novità, i primi tre volumi della nuova linea Aiken, “Il manga secondo Bao Publishing”; li abbiamo prontamente acquistati in anteprima, ricevendo una shopper e una spilla esclusive.

Edizioni Star Comics ha distribuito una sacca omaggio, contenente gadget e preview gratuite, mentre Sergio Bonelli Editore ha messo in vendita il primo numero della nuova serie science-fantasy Odessa a soli 3€.
Peccato che non siano stati portati in fiera i recenti volumi delle serie regolari, negando la possibilità ai nuovi lettori di cogliere l’occasione della manifestazione per avvicinarsi ai personaggi Bonelliani.

Nota dolente per alcuni editori, con volumi annunciati mesi fa e mai usciti; hanno invece puntato su novità e anteprime proposte ad un prezzo elevato, facilmente recuperabili nelle proprie fumetterie, magari ad una tariffa scontata.

Una grande fiera che nei due giorni a nostra disposizione abbiamo cercato di visitare al meglio, che, in particolare nella giornata di Sabato, ha raccolto un affluenza del 99% dei biglietti disponibili.

Il confronto con le altre fiere

In confronto a Lucca, Cartoomics e la deludente Torino Comics, il Comicon di Napoli si aggiudica un bel secondo posto, con una grande organizzazione e un’ottima varietà di attività e gestione degli spazi.

Se, infatti, il Cartoomics di Milano aveva beneficiato di un grande ospite internazionale come Mahmud Asrar, il Comicon di Napoli ha portato il meglio del talento italiano. Da Zerocalcare a Milo Manara, da Leo Ortolani a Licia Troisi, rilanciando con personaggi molto influenti in vari campi, non esclusivamente fumettistico. In merito alle uscite editoriali, per quanto Lucca riceva ancora lo scettro, abbiamo trovato ancora una volta superiore il Comicon, più variegato nella sua offerta.

Ultimo elemento che abbiamo considerato, non di certo per importanza, è l’atmosfera che si è creata nelle varie fiere: Lucca, con i suoi stand in tutta la città, crea davvero l’impressione di essere in un mondo in cui la tua passione ha definitivamente sconfitto ogni pregiudizio e regna sovrana; a Milano abbiamo trovato forse un ambiente più freddo, una location fatta di ampi padiglioni in cui perdersi dopo infinite camminate in spazi vuoti, che andrebbero forse utilizzati meglio; il Comicon invece crea una grande convivialità, il colpo d’occhio sul fiume di persone tra gli spazi verdi fa sicuramente effetto e la divisione nelle varie aree è ben gestita.
Fanalino di coda per il Torino Comics che, ben lontana dai fasti di un tempo, vacilla per organizzazione, location, varietà dell’offerta, ospiti ed anteprime.

Insomma, sono stati quattro lunghi viaggi e belle avventure che, anche grazie a voi che ci seguite, ci hanno dato grandi soddisfazioni. Ci sembrava quindi giusto cercare di condividere con voi anche un pezzo di quello che abbiamo vissuto e speriamo di replicare!

Alla prossima fiera

Articolo creato 77

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto